prev next


Domenica 21 gennaio - Il Parco Regionale di Porto Selvaggio.

… fermarmi qui. Per vedere anch'io un po' la natura. Luminosi azzurri e gialle sponde del mare al mattino e del cielo limpido: tutto è bello e in piena luce. 
Fermarmi qui. E illudermi di vederli (e davvero li vidi un attimo appena mi fermai); e non vedere anche qui le mie fantasie, i miei ricordi, le visioni del piacere.
COSTANTINO KAVAFIS - Mare al mattino

===============================================================

Descrizione: Il Parco Regionale di Porto Selvaggio-Palude del Capitano è uno dei parchi più estesi sulla costa del versante ionico. Il rimboschimento ha modificato completamente il paesaggio di questo tratto di costa, difatti la pineta presente è costituita prevalentemente da pini d’Aleppo e da un sottobosco composto da essenze botaniche tipiche della macchia mediterranea. Di estremo interesse botanico sono le specie rupicole, quelle amanti degli ambienti salmastri e numerose specie di orchidee di rara bellezza e in alcuni casi endemiche della Puglia. Porto Selvaggio oltre ad essere un’area di rilevante valore naturalistico e paesaggistico, rappresenta una zona di straordinario interesse archeologico. La baia di Uluzzo, ubicata all’interno del parco custodisce infatti un insediamento preistorico più conosciuto a livello europeo (giacimento della grotta del cavallo). Da segnalare anche la grotta del Capelvenere e le torri costiere di Torre dell'Alto, Torre dell'Inserraglio, Torre Uluzzo e la masseria fortificata di Torre Nova.


Programma:
Ritrovo dei partecipanti:
Villaggio Resta alle ore 09:30. 

https://goo.gl/maps/S6bn9kY48XD2


Da portare con sé:
scarpe da trekking (consigliate), abbigliamento tecnico, bastoncini da trekking, zainetto contenente (acqua, pranzo al sacco, kit di primo soccorso, una torcia), macchina fotografica.


Itinerario:
naturalistico e storico-culturale. L’escursione si sviluppa principalmente lungo la costa, caratterizzata da presenza costante di roccia affiorante e grandi massi, muretti a secco da scavalcare, fitta vegetazione di vario genere e tratti che richiedono una certa preparazione fisica ed attenzione. 
[E] Km 18.


Contatti:
Roberto: 329 3190420.



Domenica 28 gennaio - Il Territorio di Specchia.

Descrizione: Questa escursione, rientra in quella serie di escursioni che tendono a farci conoscere un territorio ancestrale, ricco di storie e di leggende collegate ad un filo conduttore: “le pietre”. 
Un paesaggio di pietra, dove tutto dorme, dove tutto è silenzioso, dove le stesse pietre ci raccontano le loro storie. Utili ed umili testimonianze, che si celano ovunque ci siano pietre: dai notevoli Paretoni, alle maestose Specchie. Dagli incantevoli Trulli, ai caratteristici Furnieddhri. Dalle impressionanti Cave, ai misteriosi Menhir e Dolmen… Il cammino di questa bellissima escursione si sviluppa ad intervalli nel meraviglioso territorio di Specchia, un piccolo borgo situato nel cuore del Salento a circa quindici chilometri dal mare, su una delle colline più elevate del circondario, ricca di macchia mediterranea e di ulivi secolari.
Il suo nome deriva dal cumulo di pietre a secco disposte in forma conica, chiamato “specchia”, utilizzato come postazione di vedetta per la difesa dal nemico.
La “specchia di pietre” era chiamata nel medioevo Specla de Amygdalis con riferimento agli alberi di mandorlo di cui era molto ricca la zona, raffigurati anche nello stemma civico del paese.
Il nostro cammino prosegue appassionatamente, sempre alla scoperta di nuovi luoghi, di nuove emozioni, di nuovi panorami, di nuove compagnie.

Programma:
Ritrovo dei partecipanti:
Specchia (LE) nei pressi del Castello - Piazza del Popolo ore 09:30. 

https://goo.gl/maps/xe6kNQVkyxB2

Da portare con sé:
scarpe da trekking (consigliate), abbigliamento tecnico, bastoncini da trekking, zainetto contenente (acqua, pranzo al sacco, kit di primo soccorso, una torcia), macchina fotografica. 


Itinerario:
naturalistico e storico-culturale. L’escursione si sviluppa su stradoni di campagna (asfalto + sterrato), muretti a secco da scavalcare, attraversamento di fondi rustici. [E] Km 20.


Contatti:
Roberto: 329 3190420.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur pharetra dapibus pharetra. Donec interdum eros eu turpis pharetra et hendrerit est ornare. Etiam eu nulla sapien. Nullam ultricies posuere nunc, eget mollis nulla malesuada quis.


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur pharetra dapibus pharetra. Donec interdum eros eu turpis pharetra et hendrerit est ornare. Etiam eu nulla sapien. Nullam ultricies posuere nunc, eget mollis nulla malesuada quis.